AL FILOSOFO CHARLES TAYLOR E AL TEOLOGO PAUL BÉRÉ IL PREMIO RATZINGER 2019

di Luca Caruso

30.IX.2019

Città del Vaticano, 30 settembre 2019 – Sono il filosofo canadese Charles Margrave Taylor e il teologo africano Paul Béré i vincitori dell’edizione 2019 del Premio Ratzinger, il cui conferimento è previsto il prossimo 9 novembre in Vaticano. I loro nomi sono stati annunciati questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è svolta presso la Sala Stampa della Santa Sede per illustrare le principali attività che vedranno protagonista la Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger-Benedetto XVI nel corso di questo autunno, tra le quali il Premio Ratzinger, per l’appunto, e il Simposio internazionale “La situazione economica, sociale e spirituale dei Paesi dell’Europa Centrale alla luce della Dottrina sociale della Chiesa”, in programma a Budapest nei giorni 8 e 9 ottobre prossimi.

Insieme al presidente della Fondazione, padre Federico Lombardi, è intervenuto il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e membro del Comitato scientifico della Fondazione.

Con l’edizione 2019, la nona, le personalità insignite del Premio Ratzinger saranno in totale 20, provenienti da 14 diversi Paesi di quattro continenti. “La scelta dei due premiati è in continuità con la linea di allargamento di orizzonti culturali costantemente perseguita dal Comitato Scientifico della Fondazione – ha spiegato padre Lombardi –. Quest’anno si è voluta privilegiare la filosofia nella sua riflessione sulla fede nel mondo contemporaneo e si è voluta mettere in evidenza la teologia africana, con la sua missione importantissima per l’inculturazione del Vangelo e la missione di evangelizzazione nel continente africano”.

CONSULTA L’ALBO D’ORO DEL PREMIO RATZINGER

 

L’8 e il 9 ottobre prossimi si celebrerà a Budapest il IX Simposio internazionale di studio promosso dalla Fondazione, in collaborazione con l’Università cattolica ungherese “Pázmány Péter”. Sarà dedicato al tema La situazione economica, sociale e spirituale dei Paesi dell’Europa Centrale alla luce della Dottrina sociale della Chiesa”, in occasione del 30° anniversario della Caduta del Muro di Berlino.

LEGGI IL PROGRAMMA DEL SIMPOSIO

VISITA IL SITO DEDICATO AL SIMPOSIO

 

Una ulteriore iniziativa promossa della Fondazione è un Seminario che si inserisce nel contesto del Sinodo per l’Amazzonia e avrà luogo nel pomeriggio di sabato 19 ottobre in Vaticano, aperto a tutti, ma indirizzato soprattutto ai partecipanti al Sinodo. Il Seminario si intitola: “Le sfide della regione panamazzonica: cooperazione necessaria tra gli Organismi internazionali e la Chiesa cattolica e leadership etica”. Esso mira a fare incontrare alti funzionari della FAO e dell’IFAD con i membri del Sinodo, in modo da approfondire il ruolo delle Organizzazioni Internazionali nel far fronte ai problemi dell’Amazzonia, e ciò nella prospettiva della leadership responsabile, etica, di fronte ad essi sia da parte ecclesiale, sia da parte laica. L’iniziativa è organizzata d’accordo con la Segreteria del Sinodo, ma anche in collaborazione con l’Osservatore della Santa Sede presso le Organizzazioni internazionali presenti a Roma (FAO, IFAD, PAM), con l’Istituto “Razón abierta” di Madrid, e gode dell’appoggio della Fondazione Templeton, nell’ambito di un progetto che mira alla formazione alla “Leadership etica” (Virtuous Leadership) e che prevede anche altre iniziative in corso di preparazione. Alla sessione degli interventi seguirà un Concerto di un’orchestra e coro provenienti dalla Bolivia (Coros y Orquestra Palmarito & Urubichà).

LEGGI IL PROGRAMMA DEL SEMINARIO

 

Sono state infine presentate altre due importanti iniziative, che denotano l’impegno della Fondazione in ambito accademico. La prima è il Premio “Razón abierta – Ragione aperta”, in collaborazione con l’Università spagnola Francisco de Vitoria, giunto quest’anno alla terza edizione e di cui è già stata lanciata la quarta per il prossimo anno. Il Premio è intitolato “Ragione aperta” perché ispirato a un’idea centrale nel pensiero di Joseph Ratzinger. La cerimonia di premiazione delle prime due edizioni si era svolta a Roma, presso l’Accademia delle Scienze. Quest’anno invece ha avuto luogo a Madrid il 19 settembre, nel contesto di un Convegno internazionale di studio, per solennizzare il 25° della Università Francisco de Vitoria. La nuova piattaforma digitale in cui vincitori e finalisti del Premio mettono a disposizione della comunità scientifica le loro ricerche ha il seguente indirizzo: https://expandedreasonawards.org.

LA TERZA EDIZIONE DEL PREMIO “RAZÓN ABIERTA”

 

L’altra iniziativa, ancora in fase di avvio, è l’istituzione di un nuovo Premio, intitolato “Ratio et spes – Ragione e speranza”, in collaborazione con l’Università Nicolò Copernico di Toruń, in Polonia. I contatti con le autorità accademiche di questa università sono stati coltivati grazie alla esistenza di un “Centro Ratzinger”, collegato alla Fondazione, operante presso una Scuola superiore universitaria della vicina città di Bydgoszcz. Il Premio riguarderà ogni anno un campo specifico diverso, sempre al fine di favorire il dialogo fra scienze, filosofia e teologia. In questo primo anno concerne lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale e delle sue applicazioni, le possibilità ma anche gli interrogativi che esso pone per l’umanità odierna. Il Premio verrà assegnato in occasione della Festa dell’Università Nicolò Copernico, a Toruń, il 19 febbraio, che è anche la Giornata della Scienza in Polonia.

“Con questa nuova iniziativa – ha illustrato padre Lombardi – la Fondazione si propone di raggiungere due obiettivi principali: sviluppare il suo compito di promozione del dialogo interdisciplinare sui grandi temi del dibattito culturale odierno non solo nelle aree “occidentali” (come sta avvenendo con il Premio “Razón abierta”), ma anche nelle aree culturali dell’Europa centrale-orientale; avviare una collaborazione culturale non solo con istituzioni cattoliche, ma anche statali, facilitando così il dialogo e la collaborazione nell’ambito universitario al di là dei limiti delle istituzioni caratterizzate confessionalmente.

LEGGI L’INTERVENTO DI PADRE LOMBARDI, PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE RATZINGER

 

Prof. Charles Margrave Taylor

prof. Charles M. Taylor

Nato a Montréal il 5 novembre 1931, ha compiuto i suoi studi accademici presso la McGill University di Montréal e poi all’Università di Oxford, conseguendovi il dottorato in filosofia.

Ha insegnato per alcuni anni ad Oxford, e per molti anni sia presso l’Université de Montréal sia presso la McGill University, anch’essa di Montréal, di cui è professore emerito.

Oltre alla storia della filosofia, si è dedicato soprattutto alla filosofia politica e alla filosofia delle scienze sociali. I suoi contributi più noti riguardano le aree del comunitarismo, del cosmopolitismo e dei rapporti fra religione e modernità, in particolare la tematica della secolarizzazione, di cui è considerato uno degli studiosi più autorevoli.

Fra le sue opere più notevoli si possono ricordare: Sources of the Self (1989); A Secular Age (2007); The Language Animal (2016). Ha ricevuto molti riconoscimenti e premi internazionali.

È cattolico, partecipa a numerosi convegni e dibattiti, ed ha anche partecipato a un incontro nell’ambito del “Cortile dei Gentili” sul tema “La piazza e il tempio”.

 

Prof. Paul Béré S.J.

p. Paul Béré

Originario del Burkina Faso, ma nato il 28 marzo 1966 in Costa d’Avorio, ha compiuto la sua prima formazione filosofica e teologica in Burkina Faso ed è entrato nella Compagnia di Gesù nel 1990, dove ha continuato i suoi studi, che si sono completati con il dottorato all’Istituto Biblico di Roma.

Dal 2007 ha insegnato Antico Testamento e lingue bibliche all’Istituto Biblico di Roma e all’Istituto teologico dei Gesuiti ad Abidjan (Costa d’Avorio) e ha condotto diversi progetti importanti per lo sviluppo della teologia in Africa (ad es. colloqui internazionali e incontri di esegeti in terra africana, costituzione della prima facoltà teologica dei Gesuiti in Africa, avvio di una rivista per la promozione della ricerca teologica africana).

Ha collaborato come esperto a diversi Sinodi dei Vescovi ed è stato consultore della Segreteria generale del Sinodo (2009-2014). Dal 2018 è membro dell’ARCIC, la Commissione internazionale per il dialogo con la Chiesa anglicana. È anche membro di diverse associazioni di teologi, fra cui naturalmente l’Associazione dei teologi africani (ATA) e l’Associazione panafricana degli esegeti cattolici.

 

 

La Brochure della Fondazione

Brochure 2018

NEWS

untitled - Copia

Contributi

untitled - Copia

Card. Pietro Parolin

card_Parolin

La prima giornata dell’VIII Simposio internazionale promosso dalla Fondazione Ratzinger, sul tema “Diritti fondamentali e conflitti fra diritti”, che si svolge il 15 e 16 novembre 2018 a Roma, presso l’Università LUMSA, è stata conclusa dall’intervento del Segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, con una relazione sul tema “Gli interlocutori della Chiesa nel dibattito e nella affermazione dei diritti umani”. 

Leggi la relazione del card. Parolin

untitled - Copia

Premi “RazÓn abierta”

GIF_PRA

 

 

untitled - Copia

BIBLIOTECA RATZINGER

REALIZZATA IN COLLABORAZIONE CON
LOGO GORRES

ABBIAMO RICEVUTO...

 

- Pablo Blanco Sarto, Teología, Vaticano II y Evangelización según Joseph Ratzinger/ Benedicto XVI, Eunsa/Astrolabio, Pamplona 2013, pp. 236, euro 19,00.

- Lorenzo Fazzini, Nuovi cristiani d’Europa. Dieci storie di conversione tra fede e ragione, Lindau, Torino 2009, pp. 216, euro 16,00.

- Martin Rhonheimer, in Riscoprire il Vaticano II per compiere oggi la missione di Cristo, Eupress FTL, Lugano 2014, pp. 120, euro 11,00.

- Stefano Violi, La rinuncia di Benedetto XVI. Tra diritto, storia e coscienza, in Rivista Teologica di Lugano, n. 2, giugno 2013, pp. 203-214.

- Claudio Bertero, Persona e comunione – La prospettiva di Joseph Ratzinger, Lateran University Press, Città del Vaticano 2014, euro 28,00.

- Kurt card. Koch, Il vincolo tra amore e ragione – Sull’eredità teologica di Benedetto XVI, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2015, pp. 232, euro 16,00.

- Joseph Ratzinger – Benedikt XVI, Aus Meinem Leben, Deutsche Verlags-Anstalt, München 2015, pp. 192, euro 18,50.

- Joseph Ratzinger, Pentlinger Predigten, Schnell und Steiner 2015, pagine 80.

Premio Ratzinger 2015



PARTNERS

logoRegensburg
logo Augustinianum

“L’annuncio alla cultura implica anche un annuncio alle culture professionali, scientifiche e accademiche” (132). 

“Le Università sono un ambito privilegiato per pensare e sviluppare questo impegno di evangelizzazione in modo interdisciplinare e integrato” (134).

(Papa Francesco, Evangelii Gaudium)

untitled - Copia
cc_accepted